Vincenzo Donnamaria – “Tu Chiamale Se Vuoi Citazioni”

“Tu Chiamale Se Vuoi Citazioni” è il nuovo lavoro del cantautore Vincenzo Donnamaria. Un album d’atmosfera con timidi innesti pop. Un album sulla lunghezza di quattordici tracce con l’intento di non perdersi in frivolezze, ma di ottenere piuttosto un risultato diretto e immediato. Tutto questo, però, non dovrebbe portare a facili conclusioni circa l’impegno e la riuscita che un prodotto come questo mette in mostra, ma piuttosto ad un certo approccio, conciso e diretto di Vincenzo, proprio come avviene nella propria proposta musicale.
Dicevamo quatordici brani, che rendono l’atmosfera intensa e increspano il sound. Il primo tassello di questa iniezione d’atmosfera è l’open track “Un avvocato, un medio, un ingegnere”, che si apre all’intransigenza più pura, tra chitarre melodiche e voci intense. Stessa sorte tocca a “Ti Ricordo di Michelle” dove è più viva l’impronta melanconica. Vincenzo, non rinuncia a sonorità più morbide e melodiche sottolineando di fatto la sua versatilità nel comporre brani dall’impatto sonoro pregevole “Credevo Fosse Neve”.
La linea comunque scelta dall’artista è quella di non essere troppo catalogato o confinato ad un genere musicale perchè le doti musicali e le conoscenze vanno sfruttate e messe a disposizione tutte insieme riuscendo , come in questo caso, a creare uno scenario variegato e per niente catalogabile. e lo dimostrano le due tracce di chiusura che regalano attimi esaltati da un sound più intenso e un vortice a modo suo di adrenalina che accompagna l’ascoltatore verso un finale breve ma coinvolgente “La Rumba Del Rombo” e “Lella 50”.
In conclusione, questo è un album per i puristi del rock, gli unici che ne potrebbero godere dall’inizio alla fine scrutando dettagli e particolari che lo rendono, a nostro personale avviso, come uno dei prodotti migliori in circolazione nel panorama underground italiano.